logo-eau-omanheader

IL COMPARTO TURISTICO NELL'ECONOMIA DELLA  REGIONE SICILIANA

 

Il turismo in Sicilia è l'attività che ricopre il ruolo più importante. L'isola, infatti, è meta ambita da turisti che da tutto il mondo ogni anno ne vengono ad apprezzare le bellezze artistiche e naturalistiche. Il mare, le meravigliose coste, spiagge e isole, il clima, la gastronomia e la cultura, sono tutti elementi che incontrano l'ottima offerta del settore alberghiero e della ristorazione. Elevata qualità dei servizi e vasta offerta di tipologie ricettive: alberghi economici, hotel 3, 4 e 5 stelle, hotel di lusso con piscina e servizi di alto livello, agriturismo, bed and breakfast, villaggi turistici, residence, campeggi, affittacamere e case vacanza.

 

La regione conta in termini di Arrivi turistici 4,1 milioni (circa il 23,5% del Mezzogiorno e 4,3% dell'Italia), +0,9% rispetto al 2009 (-2,4% var 2009/08 soprattutto per il calo dei flussi stranieri -5,1%). Nei primi tre mesi del 2011 +4,2%. Si inverte, quindi, un trend negativo che ha visto calare, in Sicilia, la quota di mercato degli arrivi del 4,2% nel quadriennio 2006/09.
In termini di Presenze turistiche nella regione se ne rilevano circa 14 milioni (circa 18,5% del Mezzogiorno e 3,7% dell'Italia), +5,2% rispetto al 2009 ( -1,2% rispetto al 2008), percentuale confermata anche nel primo trimestre del 2011.
Gli occupati diretti in alberghi e ristoranti raggiungono le 55,2 migliaia di unità (20,4% del Mezzogiorno e 4,4% dell'Italia), pari al 3,6% degli occupati della regione. Gli esercizi alberghieri sono aumentati del 3,2% mentre quelli extra-alberghieri sono calati del 19,6% rispetto al 2009.

In base alle ultime rilevazioni ufficiali, la Sicilia è:
- prima regione nel Mezzogiorno per peso del turismo straniero;
- prima regione meridionale per numerosità di posti letto presso le strutture alberghiere di 3,4 e 5 stelle ;
- seconda regione del Mezzogiorno per numerosità di arrivi e presenze.

La regione si caratterizza per una domanda di prodotto prevalentemente balneare e culturale che concentra complessivamente il 58% degli arrivi della regione. Rilevante è il peso degli arrivi presso le località di interesse storico e artistico della regione sul dato meridionale (42,7). Oltre a quello balneare e culturale, un altro tematismo importante è quello enogastronomico; sono presenti sull'isola 538 aziende agrituristiche (pari al 13,8% del Mezzogiorno ed al 2,8% dell'Italia). La Sicilia, con 238 prodotti agroalimentari tradizionali (pari al 14,8% del Mezzogiorno), si posiziona al terzo posto nella classifica delle regioni meridionali.

La domanda turistica della Sicilia si concentra principalmente nelle province di Messina (quota del mercato regionale pari a 25,2 % per gli arrivi ed a 29,2 % per le presenze) e Palermo (24,1 % per gli arrivi ed a 20,8% per le presenze).
Si assiste ad un forte sviluppo del segmento B&B in tutte le province. In crescita anche gli alloggi in affitto (soprattutto nella provincia di Ragusa); gli alberghi sono in aumento contenuto ma costante mentre la tipologia che comprende case per ferie, ostelli, rifugi, ecc. risulta in calo.
Dei 180 comuni a vocazione turistica del Mezzogiorno, ben 27 appartengono alla regione Sicilia e sono essenzialmente località di interesse balneare (45%) e località culturale (33%); tali località sono situate principalmente nella provincia di Messina.

Per quanto riguarda le infrastrutture, indispensabili allo sviluppo turistico in quanto garantiscono l'accessibilità alle location turistiche, è di rilevo il sistema aeroportuale siciliano, anche per la posizione geografica dell'isola, che ha movimentato, nel 2010, oltre 12,6 milioni di passeggeri. In particolare, Catania è il primo aeroporto nel Mezzogiorno. Riguardo, invece, al sistema portuale siciliano, Palermo è il principale porto crocieristico siciliano (3° del Mezzogiorno) con oltre 738 mila passeggeri transitati nel 2010. In riferimento alla nautica da diporto, la Sicilia dispone del 10,4% delle strutture nazionali con circa 16 mila posti barca.

La Sicilia, nell'ambito del variegato panorama turistico meridionale, sotto il profilo degli attrattori turistici, della varietà di turismi tematici sviluppati o sviluppabili, del grado di evoluzione del sistema di ospitalità delle destinazioni turistiche, della capacità di attrarre flussi turistici internazionali si posiziona come regione dotata di diverse eccellenze.