PROGETTO PAESI DEL GOLFO (OMAN – EMIRATI ARABI)

 Ob.  5.2.1.3 DEL PO FESR 2007/2013


 Il progetto, promosso dalla Regione Siciliana – Assessorato alle Attività Produttive - in coerenza con l'obiettivo operativo 5.2.1 del PO FESR 2007/2013, mira a promuovere l'ampliamento e il rafforzamento dei processi d’internazionalizzazione del sistema produttivo regionale.

 Il modello adottato per lo sviluppo delle azioni d’internazionalizzazione è il "Progetto PAESI DEL GOLFO”, ovvero, un insieme di attività da sviluppare in partnership con l’area Obiettivo, tale da permettere un reale processo di scambi di esperienze, conoscenze, servizi e prodotti con gli operatori istituzionali e commerciali Emiratini.

  Ciò con il fine del reciproco sviluppo economico e tecnologico dei settori economici individuati:

-       Meccanica-meccatronica;

-       Agro-alimentare e Turismo;

-       Lapideo.

 

L'Amministrazione Regionale attraverso la realizzazione del Progetto persegue gli obiettivi strategici definiti nel PRINT – Programma Regionale per l’Internazionalizzazione, nei Paesi Obiettivo OMAN ed EMIRATI ARABI.

La presente proposta nasce dalla necessità di favorire l'internazionalizzazione del sistema produttivo e delle imprese siciliane nei Paesi del Golfo, assicurando una presenza qualificata in quei mercati attraverso il sostegno in loco alle imprese siciliane che intendono conquistare quote di mercato significative.

Le azioni prevedono il massimo coinvolgimento delle imprese siciliane, appositamente selezionate dall’Amministrazione Regionale, per la partecipazione ad iniziative ed attività a sostegno della loro penetrazione nei mercati di eccellenza dei Paesi Obiettivo individuati.

In Sicilia le piccole e medie imprese locali infatti soffrono una marginalità, prima geografica, poi economica, che aggrava le difficoltà di accesso al mercato europeo e mondiale.

Obiettivo generale della Strategia regionale per l'internazionalizzazione e altresì della metodologia dei Progetti-Paese è dunque quello di favorire l'instaurazione di una attività di promozione e assistenza integrata e di fornire gli strumenti necessari per favorire la creazione di partenariati commerciali ed industriali, l'internazionalizzazione delle attività produttive, il trasferimento del know-how da altre realtà locali e territoriali, la costituzione di forme di cooperazione permanente che favorisca un processo di apertura e di inserimento del sistema produttivo siciliano nei processi economici e sociali che si sviluppano nelle altre aree del mondo.

 GLI OBIETTIVI

 Gli Obiettivi generali del Progetto sono:

 - Permettere agli operatori economici e locali di conoscere le differenti aree di mercato potenziali e di identificare le differenti opportunità per l’avvio di partenariati commerciali e industriali;

- Informare e formare gli operatori economici locali ad utilizzare metodi, strumenti e programmi di promozione dell’internazionalizzazione delle PMI;

- Realizzare attività specifiche e strumenti promozionali, informativi e divulgativi delle opportunità di partenariato;

- Promuovere l'incontro tra gli operatori locali e importatori e buyers esteri;

 

L’ obiettivo specifico ,attraverso l’ organizzazione di una serie di strumenti e attività operative, tra cui missioni e

incontri bilaterali fra imprenditori e addetti ai lavori dei settori individuati, è quello di:

 

• Acquisire/trasferire tecnologie e/o know- how tra operatori economici;

• Stabilire degli accordi finanziari e/o joint-venture tra imprese;

• Immettere sui mercati di riferimento nuovi prodotti, processi o servizi in modo collaborativo;

• Allargare le reti di vendita delle imprese siciliane;

• Decentrare fasi o parti delle produzioni laddove si riscontrino opportunità di costo e di approvvigionamento;

• Aumentare la penetrazione in mercati quali quello emiratino e quello omanita, di particolare interesse sia per  gli alti tassi di crescita del PIL sia per l’attenzione ai prodotti del Made in Italy.
 

LE AZIONI

 In Progetto complessivo è articolato in una serie di azioni correlate l’una all’altra per garantire la massimizzazione dei risultati e delle ricadute sull’imprenditoria siciliana dei settori individuati:

-       organizzazione di una missione Tecnica a Dubai;

-       organizzazione e partecipazione di una delegazione di imprese siciliane alla manifestazione fieristica a carattere internazionale  del settore agroalimentare SIAL MIDDLE EAST 2012 e incontri B2B con la controparte araba al fine di prendere diretto contatto con importatori locali e porre le basi per future collaborazioni commerciali;

-       organizzazione di tre missioni incoming in Sicilia di operatori del Paese target :

a)        settore della meccanica e della meccatronica;

b)        settore lapideo;

c)        settore agroalimentare e turistico - alberghiero;

-       attuazione di un sistema di monitoraggio e reporting in itinere ed ex post delle attività e dei risultati;

-       attivazione del Gruppo di Lavoro e di una segreteria organizzativa temporanea nei “Paesi del Golfo”;

-       azione di divulgazione dei risultati delle attività svolte.

 

MISSIONE TECNICA SETTORE MECCANICA-MECCATRONICA

 Lo scopo della missione è quello di approfondire le opportunità del mercato dei Paesi Target, di prendere contatti utili per la stipula di accordi e di protocolli di intesa, offrendo occasioni di incontro tra il sistema istituzionale siciliano e gli operatori esteri di rilievo nel settore della meccanica e della meccatronica, allo scopo di consolidare i rapporti, individuare spunti e verificare le occasioni di business da sviluppare, nell'ambito del ruolo di facilitatore dell'internazionalizzazione delle imprese svolto dalla PA.

Attraverso la missione istituzionale, quindi, si punta a definire i presupposti per la strutturazione di accordi e protocolli di medio - lungo periodo intesi ad agevolare la penetrazione degli operatori siciliani nel mercato della meccanica e della meccatronica.

 Le modalità di realizzazione per il raggiungimento degli obiettivi della missione, sono mirate a:

• illustrare agli operatori il tessuto produttivo delle filiere/settori merceologici meccanica e meccatronica;

• facilitare l'accreditamento degli organismi associativi, dei distretti e/o delle aziende partecipanti produttrici presso potenziali acquirenti o partner commerciali dei Paesi target;

• facilitare l'avviamento di negoziazioni e le successive finalizzazioni;

• indirizzare le scelte da compiere nel corso della preparazione delle successive missioni incoming.

 

MISSIONI INCOMING

 Le missioni incoming costituiscono la naturale prosecuzione della missione tecnica attraverso cui raggiungere le finalità progettuali di migliorare l'accesso ai mercati internazionali e rafforzare i processi di internazionalizzazione dei comparti considerati. Il RTI assicura in questa fase non solo servizi logistici ma anche servizi di assistenza di supporto alle imprese nelle fasi di prima esplorazione e avviamento dei processi di internazionalizzazione, che costituiscono quelle più impegnative ed a maggior rischio soprattutto per le PMI.

 Sono previste 3 missioni:

MISSIONE 1: Meccanica e meccatronica;

MISSIONE 2: Tessile e abbigliamento;

MISSIONE 3: Agroalimentare e tusistico-alberghiero

 Gli Obiettivi di ciascuna missione incoming sono quelli di:

1. affiancare gli operatori nella fase più critica di primo contatto facilitando il processo di matchmaking,

i primi incontri e la successiva finalizzazione;

2. realizzare nel contempo un'azione di marketing territoriale con particolare riferimento al settore turistico per rafforzare la capacità del territorio di attrarre flussi di visitatori qualificati

3. approfondire ed evidenziare le dinamiche di crescita, i punti di forza e le opportunità di cooperazione economica nei 3 settori oggetto dell'intervento, generando interesse verso i sotto-settori ad elevato potenziale;

4. facilitare la sottoscrizione di accordi e/o contratti di cooperazione in grado di garantire la più ampia ed efficace collaborazione tra i soggetti coinvolti;

5. incentivare la definizione di partnership stabili e mantenibili nel tempo con operatori qualificati nei comparti considerati.

 

FIERA SETTORE AGROALIMENTARE

 Il SIAL Middle East costituisce uno degli appuntamenti più importanti a livello internazionale per il comparto agroalimentare e una delle più importanti manifestazioni organizzate ad Abu Dhabi; per l'edizione 2011 gli espositori hanno riferito di aver firmato contratti per un valore di almeno US $ 350.000.000, mentre gli organizzatori hanno segnalato un aumento del 34% dei partecipanti.

 In occasione della fiera, verranno organizzati incontri B2B tra i rappresentanti delle aziende siciliane e le rispettive controparti locali precedentemente selezionate. In questo modo le aziende partecipanti avranno la possibilità di interloquire direttamente con gli importatori locali e valutare concrete opportunità di collaborazioni commerciali.

L'evento è un'occasione unica per sviluppare nuovi partenariati, motivare e sviluppare reti di vendita, creare strategie per sviluppare nuove opportunità di business e di accedere al mercato del Medio Oriente.

 Edizione SIAL 2011 in cifre:

 - 466 espositori provenienti da 43 paesi;

- 14 padiglioni nazionali;

- 9707 partecipanti provenienti da 78 paesi;

- 406 buyers VIP selezionati 

- 376 chefs presenti;

- 86% degli espositori hanno prenotato uno stand per l'edizione successiva SIAL 2012.